Tuber macrosporum Vitt.

Tuber macrosporum Vitt.

Nome: da “macros” “sporum” (lat.), a grandi spore (Vittadini, 1831).
Nome volgare: tartufo nero liscio.
Periodo di raccolta (L.R. 03 aprile 2013, n. 5): ultima domenica di settembre al 31 dicembre.

CARPOFORO – generalmente non raggiunge pezzature notevoli, al massimo come un uovo di gallina; di forma globosa o tubercolata.E’ facile trovare diversi esemplari raggruppati nella stessa buca.
PERIDIO – verrucoso, di colore bruno rossiccio, talora con macchie color ruggine; le verruche sono appena pronunciate, poligonali, appressate e difformi, nell’insieme gli conferiscono un aspetto finemente rugoso simile al naso di un cane.
GLEBA – biancastro-bruna nei carpofori immaturi, poi bruno-rugginosa, con venature chiare, numerose, in alcuni punti esili in altri larghe, che al contatto con l’aria virano al bruno-pallido.
PROFUMO – spiccato, leggermente agliaceo, ricorda vagamente quello del tartufo bianco pregiato.
SAPORE- molto gradevole.
ASCHI – sub-globosi, sub-peduncolati, grandi 90-140 x 70-100 micron (Ceruti, 1960), contengono al massimo tre spore.
SPORE – costituiscono la qualità di questa specie essendo grandi 40-80 x 30-55 micron (Ceruti, 1960); di forma decisamente ellissoidale, rosso-brune, minutamente ed irregolarmente reticolate.
HABITAT – non è un tartufo molto abbondante tanto da non avere un habitat specifico. Si trova nelle medesime stazioni del T. magnatum rispetto al quale però tollera maggiormente la siccità e si associa con molte piante simbionti (roverella, farnia, cerro, tiglio, pioppi, salici, carpini e nocciolo). Questa specie, che fruttifica da settembre a dicembre, presenta la caratteristica di produrre, nella stessa buca numerosi esemplari di dimensioni variabili, ma comunque sempre abbastanza piccoli.

È un tartufo assai facile da riconoscere. Rispetto a tutte le altre specie di tartufi con peridio nero e verrucoso (T. melanosporum, T. mesentericum, T. brumele, T. aestivum) presenta il peridio con verruche molto più minute ed odore diverso, più affine a quello del tartufo bianco pregiato. Anche le ascospore si distinguono nettamente da quelle delle altre specie di Tuber, in quanto sono più grandi e con un reticolo a maglie irregolari.

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound