Palazzo Ducale di Urbania

PALAZZO DUCALE DI URBANIA

Cenni Storici

ll Palazzo Ducale di Urbania fu edificato alla fine del ‘400 al di sopra di una preesistente rocca appartenente alla nobile famiglia dei Brancaleoni di Piobbico. Questi furono i feudatari di Casteldurante, antico nome della città di Urbania. La sua costruzione fu voluta dai Duchi di Urbino ed affidata all’architetto senese Francesco di Giorgio Martini nel 1470. Venne poi completata dall’architetto Girolamo Genga.
Un cortile della seconda metà del Cinquecento con una galleria di portici pedonali e con colonne di travertino, che ricorda l’architettura del Palazzo Ducale di Urbino, costituisce l’accesso al palazzo. Si tratta di un palazzo monumentale, di circa 6000 mq, che si erge a ridosso del fiume Metauro e del centro storico della città. Rappresenta un’importante meta turistica e un sito di riferimento culturale per l’intera vallata metaurense. Il palazzo accoglie il Museo Civico ospitato negli ambienti del piano nobile suddivisi nella biblioteca ( che contiene circa 40.000 volumi, tra i quali una commedia del “Divin poeta” edita nel 1491, una copia del Cortigiano di Baldassar Castiglione, i sonetti del Tasso del 1583 , e soprattutto il Testamento dell’ultimo duca di Urbino Francesco Maria II Della Rovere), nella galleria d’arte, negli archivi storici contenenti collezioni, disegni, manoscritti e incisioni. Di particolare interesse sono i famosi globi di Gerardo Mercatore : la sfera terrena del 1541 e la sfera celeste del 1551.
La stanza dei Cavalieri ospita opere del tardo XVI secolo (un’incisione monumentale raffigurante “il trionfale corteo di Carlo V”, eseguita da Nicola Hogenberg) e i due globi del Mercatore, il fiammingo Gerhard Kremer inventore del sistema moderno delle carte nautiche, sopra menzionati. Molto interessante è la collezione di disegni costituita da 750 opere d’epoca manierista appartenuti al conte Federico Ubaldini.
Non poteva mancare uno spazio destinato all’esposizione delle ceramiche di Casteldurante che vengono esposte in ordine cronologico dal XIV al XVIII secolo, e che fanno capo alla produzione di officine locali. Nelle cantine quattrocentesche ha sede il Museo di Storia dell’Agricoltura. Il museo ci porta ad esplorare gli aspetti piu’ significativi legati alle colture del grano e della vite e conseguentemente del vino, e il corredo degli strumenti utilizzati nelle lavorazioni. Il percorso espositivo (museale e didattico) si dipana attraverso diversi ambienti che custodiscono tini, torchi e botti, fino alla parte riguardante il lavoro del bottaio.
Visitare il palazzo significa scoprire quella che fu una tra le principali residenze dei duchi di Urbino dove Francesco Maria II Della Rovere, ultimo Duca, vi mori’ il 23 aprile del 1631. Il ducato passo’ cosi’ allo Stato della Chiesa.

PALAZZO DUCALE
Corso Vittorio Emanuele, 23 – Urbania
0722 313151 – museocivico@comuneurbaniapu.it

Riferimenti:

Palazzo Ducale


https://it.wikipedia.org/wiki/Palazzo_Ducale_(Urbania)

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound